Info, eventi, social





  • 2002: Partecipazione in qualità di ricercatrice al progetto “European Study of the Epidemiology of Mental Disorders” (ESEMED), coordinato in Italia dall’Istituto Superiore di Sanità promosso dall’O.M.S e dall’Università di Harvard
  • 2005: Conduzione di una Ricerca sulla condizione femminile all’interno delle carceri dell’Emilia Romagna promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Emilia Romagna (pubblicata da Franco Angeli dal titolo “Donne e Carcere”)


L’approccio terapeutico per la cura del panico

Spesso, le persone che hanno subito un attacco di panico si rivolgono al proprio medico di base o ancora più spesso al pronto soccorso.

Lo spavento dunque è fortissimo e si teme di avere un infarto, o di svenire, o comunque che il corpo abbia un problema molto serio data l’attivazione fisica importante, motivo per il quale si ricorre all’aiuto di un medico.

La lettura che la persona fa del disagio, dunque, è che il malessere sia di natura somatica; anche perché la persona non riferisce quasi mai di avvertire una condizione psichica di difficoltà.

Il corpo però funge da segnalatore di un disagio emotivo non compreso dalla persona stessa, motivo per il quale in seguito, se la mente non viene ascoltata, se non si riesce a “stare” sui propri stati interni, ecco che è il corpo che si mette in moto per mandare un “allarme”.

Le strategie terapeutiche usate con il metodo che utilizzo saranno per lo più incentrate nell’individuare gli “antecedenti situazionali” che possono essere per la persona emotivamente pesanti, anche se l’individuo lì per lì non ci ha prestato attenzione.

Non è per tutti sempre facile individuare i pensieri e conseguentemente le emozioni avvertite in determinate situazioni di vita, per questo il terapeuta è una guida attenta e portatrice del metodo d’indagine che fornisce strumenti validi e capaci di aiutare questa ricerca sui vissuti interni, sostenendo emotivamente la persona.

Per questo motivo, quindi, consiglio a chi ha sofferto di questi sintomi di fare una prima valutazione fisica che funga da diagnosi differenziale per escludere una patologia somatica, per esempio cardiopatie o infarti. Ma se dopo una prima indagine organica non compare nulla, innanzitutto tranquillizzatevi perché “di panico non si muore” e successivamente, rivolgetevi ad uno psicoterapeuta. Ciò poiché solo attraverso una terapia la persona potrà comprenderne l’origine ed imparare, soprattutto, a gestirsi nelle varie situazioni ansiogene di vita.

I farmaci possono essere utili per placare l’ansia e il panico, ma costituiscono una cura solo sintomatica e finché non se ne comprenderanno le cause si rimarrà sempre in balia di un futuro, eventuale, attacco di panico.

Autore: Dott.ssa Chiara Satanassi
Psicologa e Psicoterapeuta a Bologna



Ambiti di intervento

  • Disagio o difficoltà di relazione (sociale, di coppia, familiare)
  • Disturbi dell’infanzia e dello sviluppo (disturbo da iperattività e Mutismo selettivo)
  • Disturbi dello spettro psicotico (schizofrenia, schizoaffettività, Disturbo delirante e Disturbo Pscicotico breve)
  • Disturbi d'ansia (attacchi di Panico, disturbi d’ansia generalizzata, ipocondria, fobie, ossessioni, compulsioni, stress post-traumatico)
  • Disturbi dell'umore (depressione, disturbo bipolare)
  • Difficoltà legate alle fasi della crescita (adolescenza, gravidanza, menopausa, pensionamento, lutto, perdite...)
  • Disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, obesità)
  • Disturbo del controllo degli impulsi (gioco d'azzardo patologico GAP, cleptomania, piromania, tricotillomania);
  • Disturbi di personalità (dipendente, evitante, ossessivo-compulsivo, antisociale, istrionico, narcisistico, paranoide, schizoide, schizotipico);
  • Disturbi sessuali (desiderio sessuale ipoattivo, avversione sessuale, impotenza, frigidita', anorgasmia, eiaculazione precoce, vaginismo)
  • Tossicodipendenza e droga (abuso di droghe e psicofarmaci)

Dott.ssa Chiara Satanassi - Psicologo Psicoterapeuta Bologna
Riceve presso lo studio privato sito in Via Canova 19, 40138 Bologna
chiarasatanassi@libero.it | privacy

num albo 3539 sezione A del 01/01/2004 Laurea in Psicologia Clinica

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi.
I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2015 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Chiara Satanassi.
Ultima modifica: 04/04/2016